banner

Cerca nel sito

Registrati

Per gentile concessione ...

Recentissime

Filosofia della formazione2

 

2. La diffusione e il riconoscimento di nuovi obiettivi educativi per la scuola del XXI° secolo

Elenchiamo alcuni tra gli obiettivi che la relazione del Consiglio d’Istruzione per il Consiglio europeo, sottoscritta a Bruxelles nel febbraio del 2001, definisce come obiettivi futuri e concreti dei sistemi di istruzione e di formazione:

2.1.1. Migliorare l’istruzione e la formazione degli insegnanti e dei formatori
"Nel corso dei prossimi dieci anni una delle principali sfide cui saranno confrontati i sistemi d’istruzione e formazione sarà il miglioramento dell’istruzione iniziale e della formazione professionale degli insegnanti e dei formatori, per far sì che le loro conoscenze e capacità corrispondano sia all’evoluzione sia alle aspettative della società, nonché alla composizione diversificata dei gruppi interessati."
Gli insegnanti e i formatori svolgono un importante ruolo per motivare i discenti e per determinarne il successo… essi continuano a impartire l’insegnamento, ma al giorno d’oggi il loro ruolo è anche quello di un “tutor” che guida gli allievi nel loro percorso individuale verso la conoscenza.
2.1.2. Sviluppare le capacità per la società della conoscenza
"... è errato considerare l’alfabetizzazione una capacità acquisita a scuola che poi perdura per il resto della vita di un individuo … dagli studi effettuati risulta sempre più che queste capacità diminuiscono se non sono utilizzate e che con il tempo si perdono completamente…"
 "Le competenze di base che la società chiede … includono competenze professionali e tecniche, nonché competenze sociali e personali, compresa la sensibilizzazione per l’arte e la cultura … data l’introduzione delle tecnologie della informazione e della comunicazione, occorre continuamente ridefinire il concetto di competenze di base e adattarlo regolarmente ai mutamenti..."
"La società è globalmente meno uniforme di quanto lo sia stata in passato, pertanto le competenze personali (quali la capacità di adattamento, la tolleranza nei confronti degli altri e delle autorità, il lavoro di gruppo, la capacità di risolvere problemi e di prendere rischi, l’indipendenza, ecc.) sono sempre più richieste affinché sia possibile per gli individui vivere insieme nella tolleranza e nel rispetto reciproco."
La più importante di queste competenze è la capacità di apprendimento senza la quale l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita non può esistere.
2.1.3. Garantire a tutti l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione                                                 
Le TIC rivestono una crescente importanza nel contesto dell’apprendimento multimediale e dell’insegnamento a distanza … tutti gli insegnanti, entro la fine del 2002, dovrebbero essere in grado di utilizzare Internet e le risorse multimediali …emergono nuovi aspetti pedagogici sul modo in cui incoraggiare gli individui a sviluppare competenze specifiche per utilizzare le nuove tecnologie nel processo di apprendimento, vale a dire la capacità di selezionare informazioni importanti, analizzarle e successivamente trasformarle in nozioni e competenze.
2.2.1. Un ambiente di apprendimento aperto 
Tutti riconoscono che i sistemi d’istruzione e di formazione devono adattarsi ad un apprendimento che dura lungo tutto l’arco della vita … un continuo desiderio di apprendere ed essere informati costituisce un aspetto cruciale sia per gli individui, sia per la società e l’economia.
Rispondere a questa sfida comporta anzitutto il riconoscimento che è necessario modificare le modalità con cui l’istruzione e la formazione vengono impartite. Orientamento e consulenza devono diventare più rapidamente disponibili e si devono utilizzare maggiormente metodi alternativi per personalizzare i percorsi di apprendimento.
2.2.2. Rendere l’apprendimento più attraente 
La motivazione dei singoli ad apprendere e una varietà di opportunità di apprendimento sono gli elementi fondamentali per attuare con successo l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita.
Ciò si traduce nella ricerca di mezzi di sostegno individuale nell’apprendimento attraverso il ricorso a incentivi, in un ambiente scolastico classico o in un ambiente di lavoro.
Il mondo esige dalle persone in maniera sempre più pressante la capacità di risolvere le più disparate situazioni problematiche, la qualità delle competenze professionali è legata alla rapidità e all’efficacia con le quali si superano ostacoli e si risolvono problemi nuovi.
La finalità educativa oggi improrogabile è quella di promuovere, attraverso un potente rinnovamento delle pratiche d’insegnamento, lo sviluppo nei giovani di strumenti mentali che permettano loro di sostenere con decisione, responsabilità ed originalità le sfide improcrastinabili che le condizioni di vita e di lavoro del prossimo futuro richiedono.
jvettriano2.jpg
Gli obiettivi educativi per la scuola del XXI° secolo sono da declinare, attraverso la definizione di consoni compiti di insegnamento-apprendimento, in conoscenze, abilità e competenze di carattere trasversale verificabili negli studenti, quali:
 

a. Saper imparare per tutta la vita
b. Saper ascoltare e comunicare
c. Saper interagire in contesti sociali
d. Saper collaborare
e. Possedere ed usare abilità e processi mentali di ordine superiore: pensiero critico,  pensiero creativo, problem solving.

I corsi progettati da Laboratorio Formazione, progettati nel rigoroso rispetto dei suddetti principi di carattere teorico, si prefiggono di costruire nei corsisti conoscenze e competenze metaprofessionali spendibili sul campo operativo, di sviluppare capacità di riflessione sulle innovazioni al fine della modificazione costante delle proprie strategie educative e didattiche in relazione a specifici contesti cognitivi, culturali

, sociali, comunicazionali.

RocketTheme Joomla Templates