banner

Cerca nel sito

Registrati

Per gentile concessione ...

Recentissime

Articoli

Gabriele Boselli

boselli3.jpgGabriele Boselli si é laureato nel 1970 in Pedagogia presso l'Università di Urbino. E' stato maestro elementare di ruolo dal 1969, direttore didattico dal 1979; dal 1987 fa l'ispettore tecnico, dal 1989 con grado di dirigente superiore.
Dopo esser stato incaricato di attività seminariali presso la cattedra di Filosofia dell'educazione nell'Università di Urbino, dal 98/99 al 02/03 é stato professore ufficiale a contratto della stessa materia e di Educazione degli adulti nel corso di Laurea in scienze della formazione istituito presso l'università di Urbino.
Dopo aver indicato le vie generali e quelle pedagogiche della postprogrammazione e additato nella teoria delle costellazioni un buon quadrante per navigare nell'ipercomplessità, ha cercato di portare la teoria della valutazione fuori dell'oggettivismo, introducendovi assetti di tipo fenomenologico.
Individuata nel non-pensiero la maggior sfida pedagogica del nostro tempo, vi sta attualmente lavorando.

Bibliografia essenziale:

G. Boselli "Postprogrammazione", La Nuova Italia, '91, '98 2.a ed. riveduta e ampliata)
G. Boselli "Riflessioni gentiliane. Per una teoria dell'atto in educazione" in "Pedagogia al passato prossimo", La Nuova Italia, '91
G. Boselli "A phenomenological perspective on educational planning" in ANALECTA HUSSERLIANA LIX, 333-342, '98 Kluwer Academic Publischers, Netherlands
G. Boselli "Dei saperi dell¹antico mondo e del nuovo" in ENCYCLOPAIDEIA, N. 5, '99; CLUEB editrice in Bologna.
G. Boselli (a cura di) "Per la qualità della scuola" Conero editrice, Ancona 1999
Interviste a Gabriele Boselli sul tema sono state pubblicate da APPLE EDUCATION, Settembre '98 e da "IL QUADRANGOLO" n.4 Marzo 99
Dirige la rivista telematica www.cadnet.marche.it/postprogrammando/

RocketTheme Joomla Templates
×

La formazione dei formatori 2018-2019

Il corso “La formazione dei formatori” è alla sua dodicesima edizione, quest’anno, il corso B è arricchito del Modulo N. 4 che si occupa dello sviluppo professionale e della qualità della formazione in servizio secondo la normativa più recente.

Le innovazioni descritte in più documenti ministeriali, presto diventeranno requisiti imprescindibili per un insegnamento idoneo alla riflessione sui processi di autovalutazione e miglioramento, all’apprezzamento del merito e all’opportunità delle azioni formative obbligatorie e differenziate. Il corso, migliorato con il Modulo N. 4, tratterà anche delle nuove figure professionali(mentor, quadro intermedio); di formazione, miglioramento, PTOF e Unità Formative; di crediti didattici e metodi di osservazione dell’insegnamento; di standard professionali, curricula e e-portfolio docente.

  1.  Vedi il programma
  2.  Scarica il modulo d'iscrizione
  3.  Vedi la scheda di autovalutazione