banner

Cerca nel sito

Registrati

Per gentile concessione ...

Recentissime

Che cosa ne pensano gli insegnanti della scuola?

 

Il sistema scolastico italiano ha mai avviato un’indagine per sapere dagli insegnanti, quelli che tutti i giorni sono in classe, quali sono “i mali della scuola”, in modo tale da circoscriverne almeno uno e cominciare a porvi, con determinazione, rimedio?
Poiché a nostra memoria ciò non è mai accaduto, dal mese di dicembre 2013 abbiamo sottoposto un questionario ad un campione casuale semplice scelto tra gli oltre diecimila iscritti al nostro sito.
Abbiamo chiesto, fornendone un elenco ragionato, quali sono, a parere degli intervistati, gli obiettivi che la scuola italiana ha raggiunto; quali sono le cause della crisi, tanto discussa, che la scuola italiana sta vivendo; quali azioni, secondo i diretti interessati, migliorerebbero la scuola; quali sono gli aspetti che necessiterebbero di approfondimenti culturali
 
Gli insegnanti lamentano la mancanza di consenso sociale, efficienza e alfabetizzazione digitale e ne identificano le cause nella confusione di proposte, nella mancanza di finanziamenti e nella burocrazia ministeriale. Propongono di rilanciare, in primo luogo, l’importanza sociale della professione docente, di equiparare i magri stipendi ai livelli europei e di investire risorse per, in ordine, la formazione continua nelle aree disciplinari, metodologiche e tecnologiche: al primo posto le competenze operative e al secondo quelle deontologiche.
 
 
Qui trovate i risultati dell’indagine alla quale molti nostri affezionati ospiti hanno risposto e che non manchiamo di ringraziare cordialmente.

 

RocketTheme Joomla Templates
×

La formazione dei formatori 2018-2019

Il corso “La formazione dei formatori” è alla sua dodicesima edizione, quest’anno, il corso B è arricchito del Modulo N. 4 che si occupa dello sviluppo professionale e della qualità della formazione in servizio secondo la normativa più recente.

Le innovazioni descritte in più documenti ministeriali, presto diventeranno requisiti imprescindibili per un insegnamento idoneo alla riflessione sui processi di autovalutazione e miglioramento, all’apprezzamento del merito e all’opportunità delle azioni formative obbligatorie e differenziate. Il corso, migliorato con il Modulo N. 4, tratterà anche delle nuove figure professionali(mentor, quadro intermedio); di formazione, miglioramento, PTOF e Unità Formative; di crediti didattici e metodi di osservazione dell’insegnamento; di standard professionali, curricula e e-portfolio docente.

  1.  Vedi il programma
  2.  Scarica il modulo d'iscrizione
  3.  Vedi la scheda di autovalutazione