banner

Cerca nel sito

Registrati

Chi è online?

utenti online

Racconti di scuola

Per gentile concessione ...

Recentissime

I progetti di Laboratorio Formazione

"La curiosità universale è un segno di vitalità soltanto se reca il marchio assoluto di un io, di un io da cui tutto emana e a cui tutto ritorna".

da Esercizi di ammirazione - E.M. Cioran

 

 

  • 2016 - 2017 - Progetto autovalutazione, valutazione, documentazione, miglioramento

 

Il progetto prevede una riflessione sugli aspetti teorici sottesi alla valorizzazione del merito contenuti nella legge 107/15.

I partecipanti saranno invitati alla sperimentazione pratica di strumenti studiati per approfondire i seguenti aspetti contemplati nella recente normativa:

  • bilancio delle competenze
  • portfolio professionale
  • piano individuale di sviluppo professionale
  • valorizzazione del merito
  • chiamata per competenze

Il progetto proposto intende attribuire un peso equilibrato agli elementi qualitativi della professionalità, anche se essi sono senza dubbio più ardui da valutare rispetto a quelli quantitativi.Lo spessore culturale e umano, la competenza disciplinare, la sensibilità didattica, la capacità di valutare gli studenti, la disponibilità nei confronti degli allievi, la collaborazione alla vita collegiale della scuola, le relazioni con le famiglie, il coinvolgimento nella comunità locale definiscono un profilo professionale indubbiamente alto, ma altrettanto difficilmente misurabile. E’ necessario per questo definire degli standard che possano identificare l’insieme delle condizioni che rendano possibile la misurazione dei livelli della professione in ingresso, in carriera, di eccellenza (per i quali è già stata insediata una commissione ministeriale). E’ necessario definire criteri per la valutazione dello svolgimento della professione che declinino indicatori per le dimensioni epistemologiche, didattiche, comunicative, relazionali, progettuali, valutative.

Obiettivi

1. Definire criteri per la valutazione dello svolgimento della professione docente, dimensioni epistemologiche, didattiche, comunicative, relazionali, progettuali, valutative.

2. Redigere bilanci di competenze.

3. Costruire un eportfolio con crediti formativi finalizzati alla premialità, alla mobilità del docente e alla trasparenza dell’operato degli istituti scolastici.

Prodotti attesi e documentabili

  • Esempi di e-portfolio.
  • Sillabi di competenze.
  • Esempi di modalità di certificazione.

 

  • 2014 Indagine - Che cosa ne pensano gli insegnanti della scuola?

Il sistema scolastico italiano ha mai avviato un’indagine per sapere dagli insegnanti, quelli che tutti i giorni sono in classe, quali sono “i mali della scuola”, in modo tale da circoscriverne almeno uno e cominciare a porvi, con determinazione, rimedio?
Poiché a nostra memoria ciò non è mai accaduto, dal mese di dicembre 2013 abbiamo sottoposto un questionario ad un campione casuale semplice scelto tra gli oltre diecimila iscritti al nostro sito.
Abbiamo chiesto, fornendone un elenco ragionato, quali sono, a parere degli intervistati, gli obiettivi che la scuola italiana ha raggiunto; quali sono le cause della crisi, tanto discussa, che la scuola italiana sta vivendo; quali azioni, secondo i diretti interessati, migliorerebbero la scuola; quali sono gli aspetti che necessiterebbero di approfondimenti culturali
Gli insegnanti lamentano la mancanza di consenso sociale, efficienza e alfabetizzazione digitale e ne identificano le cause nella confusione di proposte, nella mancanza di finanziamenti e nella burocrazia ministeriale. Propongono di rilanciare, in primo luogo, l’importanza sociale della professione docente, di equiparare i magri stipendi ai livelli europei e di investire risorse per, in ordine, la formazione continua nelle aree disciplinari, metodologiche e tecnologiche: al primo posto le competenze operative e al secondo quelle deontologiche.
 
Qui trovate i risultati dell’indagine alla quale molti nostri affezionati ospiti hanno risposto e che non manchiamo di ringraziare cordialmente.
 
  • 2014 - La competenza digitale nella scuola primaria

cd-calvani.jpg
Laboratorio Formazione, in collaborazione con il Prof. Antonio Calvani, professore ordinario di Didattica e Pedagogia Speciale all'Università di Firenze, propone alle scuole primarie interessate l’applicazione sperimentale nelle proprie classi (quarta e quinta primaria) di prove di competenza digitale. Il progetto prevede la somministrazione di due prove: una prova di ingresso e una prova di controllo. Le scuole e i docenti interessati possono prendere visione del progetto allegato nel quale troveranno fasi, modalità e tempi per lo svolgimento, nonché della presentazione delle prove.
 

In una classe dove vengono introdotte tecnologie in sostituzione di strumenti tradizionali di supporto alla didattica gli allievi dimostrano un innalzamento del livello di competenze?

Il progetto proposto per Impres@Scuola si prefigge di trovare risposte a questa domanda. Esperti dell'associazione accompagnano le cl@ssi 2.0 partecipanti alla introduzione nella classe di metodologie collaborative supportate da strumenti tecnologici strutturati per la collaborazione e di tecnologie e software non proprietari che possono sostituire i tradizionali strumenti scolastici e che permetteranno la trasformazione del setting di apprendimento.

 

In collaborazione con il Comune di Milano, alcuni istituti superiori milanesi e con l’Università di Firenze, è stata svolta, negli ultimi mesi del 2011, un'indagine sulle competenze digitali in campioni di giovani frequentanti il biennio. L'obiettivo del progetto è stato quello di indagare le rappresentazioni immaginate, percepite e vissute del rapporto tra competenza digitale e futuro per costruirne un quadro significativo e comparare i vissuti con le aspettative per ricavarne dati trasferibili in contesti educativi.

SalvaSalva

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie. Continuando a navigare, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie. Leggi la normativa.

Approvo
RocketTheme Joomla Templates